Parasole per auto salvaci tu: breve guida per evitare ustioni estive da volante incandescente

E’ estate ed il caldo esterno impazza. I condizionatori sono una vera e propria benedizione, sia in macchina che nella propria auto..ma aspetta: in casa possiamo programmarli e trovare l’ambiente fresco al nostro ritorno. Ma in macchina?

No, in macchina no: in macchina dobbiamo aprire tutti gli sportelli, sperare in un soffio di vento che rinfreschi il cruscotto il tanto che basta a mettere in moto e ad aspettare che l’aria condizionata parta e ci permetta di montare in macchina senza scioglierci come gelati.

Non sempre però abbiamo abbastanza tempo per farlo e quindi come possiamo ovviare al problema?

Guanti da forno per toccare il volante? Spargere ghiaccio per tutto l’abitacolo?

Ottime idee ma poco pratiche: perchè non provare invece con un parasole per auto?

Se il parcheggio ombreggiato e un po’ di brezza fresca sono dei miraggi lontani, perchè non impedire la luce diretta del sole oscurando il parabrezza con un accessorio semplice da mettere e da togliere?

Possiamo scegliere tra due alternative: il parasole riflettente e quello di cartone.

Il primo costa circa 5 euro e si può ripiegare su se stesso per evitarci ingombri di sorta una volta che non serve più. Possiamo scegliere se comprare i modelli con ventosa da attaccare direttamente al parabrezza o con due asole elastiche per fissarlo alle alette parasole. Pratico ed economico

Il parasole per auto (https://www.withcar.it/offerte/tendine-parasole-su-misura) di cartone spesso è a costo zero poiché viene regalato in omaggio acquistando prodotti per auto anche dal benzinaio. Solitamente sono più piccoli rispetto agli autoriflettenti e può essere stipato nel vano portaoggetti dello sportello. Se scegliete questo fate attenzione allo spessore: essendo privo di capacità riflettenti, se troppo fine il risultato non sarà ottimale.

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *